EVENTO ORGANIZZATO DA


Segreteria organizzativa
LE TRE VIE SRL

CON IL PATROCINIO

GRAZIE A

0
0
0
0
Giorni
0
0
Ore
0
0
Min
0
0
Sec

RELATORI

CARLO TRIARICO

Presidente dell’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica, Vicepresidente di Federbio, insegnante e direttore in APAB, Istituto di formazione riconosciuto, Presidente di Agrifound e membro del Comitato Permanente Ricerca in Agricoltura Biologica e Biodinamica del Ministero dell’Agricoltura. Cofirmatario durante la prima edizione del Respiro della Terra della Carta della Mausolea.

FRANCO BERRINO

Epidemiologo di fama internazionale, già Direttore del Dipartimento di medicina preventiva e predittiva dell’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano. Autore/co-autore di oltre 400 pubblicazioni scientifiche e di vari volumi. Assieme a Enrica Bortolazzi ha fondato l’associazione La Grande Via per promuovere la longevità in salute. Cofirmatario durante la prima edizione del Respiro della Terra della Carta della Mausolea.

GIOVANNI DINELLI

Professore ordinario all’Università di Bologna dal 2014, Coordinatore del corso di Dottorato in Scienze Agrarie, Direttore del Corso di Formazione in Agricoltura Biologica, svolge le sue ricerche nell’ambito dell’agronomia. Gli interessi di ricerca sono rivolti in particolare alle diverse forme di agricoltura a bassa impatto, con particolare riferimento al loro impatto ambientale e alle ripercussioni sulla salute dell’uomo. Attualmente incentra la sua ricerca sul tema dei cereali a paglia e delle leguminose. E’ Impegnato in progetti di ricerca nazionali (BIOADAPT, BIOVANT) e internazionali (FOODSTAR, DIVERSIFOOD, GREAT LIFE). E’ autore di oltre 100 pubblicazioni su riviste internazionali con fattore di impatto.

Insieme a Emanuele Tellini ha iniziato, nei terreni della Mausolea, un lavoro di studio dell’applicazione di pratiche virtuose legate ai principi della biodinamica per migliorare l’Humus del terreno in maniera naturale. Cofirmatario durante la prima edizione del Respiro della Terra della Carta della Mausolea.

EMANUELE TELLINI

È un contadino biodinamico. Si è avvicinato alla biodinamica nel 2001 e dopo numerosi studi ed esperienze pratiche sull’efficacia di tale metodo, dal 2006, segue esclusivamente gli insegnamenti di Rudolf Steiner. Si impegna in prima persona nel costruire un vero e proprio Organismo Agricolo, per sviluppare in Casentino un luogo di equilibrio tra il mondo degli insetti, il mondo degli animali, il mondo microbico, e la qualità di massa vegetale tale da arrivare a creare una vera Individualità Agricola: Fattoria Cuore Verde. Oggi Fattoria Cuore Verde è una realtà biodinamica a circuito chiuso, certificata Demeter, dove si producono principalmente piante aromatiche ed officinali, ortaggi, frutta, olio e allevamento di ovino-caprini. Dal 2020 collabora e coordina i corsi legati alla cura della Terra promossi da la “Scuola della Terra”, dell’Associazione La Grande Via. Cofirmatario durante la prima edizione del Respiro della Terra della Carta della Mausolea.

LEONARDO SEGHETTI

Dal 1991 docente di ruolo presso l’Istituto Tecnico Agrario “C.Ulpiani” specializzato in viticoltura ed enologia (Ascoli Piceno). Socio fondatore dell’associazione OLEA (esperti assaggiatori), nonché docente in corsi per assaggiatori di olio di oliva vergine ed extravergine. Autore, da solo ed in collaborazione con altri, di 65 pubblicazioni scientifiche e divulgative riguardanti il settore viticolo-enologico, oleario-elaiotecnico ed alimentare. Si può definire uno dei massimi esperti dell’olivicoltura. Cofirmatario durante la prima edizione del Respiro della Terra della Carta della Mausolea.

RAFFAELLA MELLANO

Conduce La cooperativa Natura e Alimenta in provincia di Torino che si dedica all’allevamento per la produzione biologica e biodinamica di latte, prodotti caseari, cereali e carne. Un’impresa ecosostenibile, una delle più grandi in Italia, che ha saputo coniugare l’innovazione e la produttività senza mai perdere di vista il rispetto per la terra e il benessere degli animali.

Raffaella e la sua azienda sono esempio virtuoso di come si possa fare coniugare tecnologia, produttività e benessere degli animali. Insieme queste componenti riescono a realizzare prodotti di altissima qualità coltivati secondo i principi della tecnica biodinamica.

NICHOLAS BAWTREE

Nicholas Bawtree è nato in Toscana in uno dei primi agriturismi italiani, Rendola Riding, e all’età di dieci anni ha iniziato un periodico per gli ospiti, Il Folio di Rendola, portandolo avanti per vent’anni. Il suo sogno di diventare giornalista, passando per giornalini scolastici, periodici locali e nazionali, si è coronato con il mensile Terra Nuova, per il quale ha iniziato a lavorare nel 2006, ricoprendo attualmente il ruolo di direttore responsabile. Ideatore del format Teatro di Paglia, diffuso in Italia e all’estero, che include la creazione di una struttura temporanea in balle di paglia.

ANDREA LIBERO GHERPELLI

Agricoltore di quarta generazione e custode di antiche varietà, Andrea Libero Gherpelli vive nella campagna emiliana, a due passi da Correggio. Si dedica al mantenimento e all’innovazione del rapporto con la terra ed i semi di cui è custode. Coltiva varietà autoctone di antica provenienza di grano tenero, duro, farro e ceci ricercando quelle varietà che meglio si adattano alle condizioni pedoclimatiche locali e attuali al fine di poter agevolare la coltivazione biologica e coltivare con solo apporto organico nell’assoluta assenza di chimica di sintesi. E’ associato con l’associazione Agricoltori Custodi che ha sede all’Azienda Agricola Stuard di Parma con cui collabora per il mantenimento di antiche varietà da conservazione.

CARLO MURER

Corporate Social Responsibility EcorNaturaSì rappresenta NaturaSì.

Nata da un’esperienza di trent’anni nel mondo dell’agricoltura biologica l’azienda è conosciuta a livello nazionale attraverso i propri marchi e le numerose attività a favore del biologico e dell’agricoltura. L’azienda favorisce lo sviluppo dell’agricoltura biologica, intesa come metodo agricolo che nutre il terreno, tutela l’ambiente e la biodiversità, e assicura lavoro anche ai piccoli produttori, offrendo prodotti di qualità per il benessere dell’uomo. EcorNaturaSì è impegnata nel settore biologico dalla produzione al rapporto con il cliente. Il gruppo si è specializzato nell’intero processo produttivo e distributivo e rifornisce capillarmente un migliaio di punti vendita specializzati in tutte le regioni d’Italia. L’azienda costruisce con i produttori e i fornitori un percorso all’insegna della conoscenza e della collaborazione, instaurando rapporti di partnership duraturi e puntando ad una sempre maggiore trasparenza e sicurezza verso i propri clienti e consumatori.

RETE SEMI RURALI

Fondata nel 2007 allo scopo di tutelare, valorizzare e promuovere, soprattutto presso i contadini, la biodiversità in agricoltura. È formata da 28 associazioni e promuove il contatto, il dialogo, lo scambio e la condivisione di informazioni e iniziative tra quanti affermano i valori della biodiversità e dell’agricoltura contadina, opponendosi a ciò che genera erosione e all’agricoltura mineraria basata sulla monocoltura intensiva e/o sulle colture geneticamente modificate (www.semirurali.net)

MATTEO MANCINI

Coordinatore tecnico dell’ONG milanese Deafal. Laureato nel 2005 in Scienze Forestali e Ambientali alla Facoltà di Agraria di Firenze, ha lavorato come consulente in progetti agricoli e forestali in molti paesi, tra cui Messico, Mozambico, Libano, Brasile, Inghilterra, Palestina e Angola. Dal 2009 lavora con Deafal, per la quale si occupa di formazione e assistenza tecnica in Agricoltura Organica e Rigenerativa. Svolge la sua attività sia in Italia presso le aziende agricole che all’estero nei progetti di cooperazione allo sviluppo realizzati dall’ONG. Insieme ai colleghi di Deafal e a una estesa rete di produttori e tecnici studia e sperimenta sistemi produttivi rigenerativi. È stato docente di Agroselvicoltura all’Università della Tuscia.promuove e diffonde lo studio, la formazione, la sperimentazione e l’applicazione di metodologie innovative in ambito agronomico, economico e sociale per la produzione di cibo sano e accessibile a tutti generando così una società giusta ed equa (www.deafal.org)

ITALIA CHE CAMBIA

Un progetto che vuole raccontare, mappare e mettere in rete quel pezzo di paese che di fronte a un problema si attiva per cambiare concretamente le cose senza delegare o aspettare che qualcuno lo faccia al suo posto. Vuole inoltre offrire strumenti di facilitazione dei processi di trasformazione positiva in atto nel Paese con l’obiettivo di far emergere le potenzialità di coloro che “vogliono cambiare” fornendo l’esempio, il know how e il supporto della rete di progetti già in atto. (www.italiachecambia.org)

LABORATORI

PASTA D’ALBA

Pasta d’Alba nasce nel cuore delle Langhe, grazie a un’intuizione del suo fondatore Dario Mainardi e sua moglie Rosangela, naturopata: dare vita ad un pastificio artigianale biologico a conduzione familiare dove qualità, tradizione ed innovazione s’incontrano.

Che la qualità dei prodotti abbia inizio dalla selezione delle materie prime.
Da sempre, questo è il punto di forza: l’azienda lavora con farine fresche, spesso macinate a pietra provenienti da agricoltura biologica certificata, talvolta biodinamica, tra le quali grani italiani, farine integrali, cereali antichi, farine senza glutine e di legumi al 100%.

FATTORIA DEI SELVOLI

Laboratorio del pane con la Fattoria dei Selvoli (Poppi, AR) una realtà del cuore del Casentino che coltiva ogni anno, in rotazione a colture azotofissatrici, una superficie di circa 30 ettari a cereali di cui una parte viene mantenuta di bosco per il bioequilibrio. La fattoria porta avanti con impegno tutte le attività della filiera: dalla coltivazione, alla trasformazione e infine alla vendita diretta dei prodotti che ricava dalla coltivazione. La Fattoria di Selvoli è Bio-Certificata, e si inserisce all’interno del sistema della Garanzia Partecipata del Bio-Distretto del Casentino.

AZIENDA AGRICOLA BACCANELLA

Laboratorio di apicoltura con l’Azienda Agricola Baccanella (Caprese Michelangelo- AR), collocata al centro di un anfiteatro naturale circondato da montagne che hanno protetto la valle dall’urbanizzazione. I terreni dell’azienda sono coltivati a piccoli frutti, meli, peri, ciliegi, prugni, noccioli, noci e castagni da frutto per la produzione di confetture biologiche e farina di castagne. Da quale anno ha iniziato a fare apicoltura con allevamento non intensivo. Di recente l’azienda sta sperimentando un’apicoltura che renda il ciclo delle api più naturale possibile con l’obiettivo è di riuscire a produrre miele “torchiato” del tutto simile al miele che si raccoglieva e si mangiava prima dell’avvento dell’apicoltura “razionale”.

COLLABORAZIONI