Il respiro della terra
Tutti i relatori

Franco Arminio

FRANCO ARMINIO

Poeta, scrittore e regista italiano (n. Bisaccia 1960). Autodefinitosi 'paesologo', ha raccontato i piccoli paesi d'Italia descrivendo con estrema realtà la situazione soprattutto del Mezzogiorno d’Italia. Animatore di battaglie civili, collabora con diverse testate locali e nazionali e ha realizzato anche vari documentari. Dopo il racconto erotico L'universo alle undici del mattino, è del 2003 Viaggio nel cratere in cui A. racconta l'Irpinia di oggi e la zona del 'cratere', quella colpita dal grande terremoto del 1980, riuscendo a coniugare uno stile narrativo straordinario all’impegno civile e all’indagine psicologica. Negli ultimi anni ha pubblicato molti libri, con notevole successo di critica e crescente apprezzamento dei lettori. Tra gli ultimi: Vento forte tra Lacedonia e Candela (2008, Premio Stephen Dedalus per la sezione Altre scritture), Nevica e ho le prove. Cronache dal paese della cicuta (2009), Cartoline dai morti (2010), Terracarne (2011), Geografia commossa dell'Italia interna (2013). Ha pubblicato numerose raccolte di versi, tra cui Le vacche erano vacche e gli uomini farfalle (2011), Stato in luogo (2012), Cedi la strada agli alberi. Poesie d'amore e di terra (2017, premio Brancati 2018) e Resteranno i canti (2018).

Simonetta Barcella

SIMONETTA BARCELLA

Dopo una lunga esperienza di insegnamento nella scuola dell’infanzia, si diploma a La Sana Gola nel 2010, conseguendo il diploma di cuoco. Continua la sua formazione visitando più volte Cuisine et Santé, centro macrobiotico ai piedi dei Pirenei. Collabora attivamente alle attività de La Grande Via, associazione fondata dal dott. Franco Berrino, impegnata nella preparazione dei pasti e nella conduzione dei corsi di cucina. Propone lezioni di cucina naturale e fornisce la propria consulenza all'interno del negozio di prodotti biologici e naturali che gestisce con il marito a Bolgare, in provincia di Bergamo.

Nicholas Bawtree

NICHOLAS BAWTREE

Nato in Toscana in uno dei primi agriturismi italiani, Rendola Riding, e all’età di dieci anni ha iniziato un periodico per gli ospiti, Il Folio di Rendola, portandolo avanti per vent’anni. Il suo sogno di diventare giornalista, passando per giornalini scolastici, periodici locali e nazionali, si è coronato con il mensile Terra Nuova, per il quale ha iniziato a lavorare nel 2006, ricoprendo attualmente il ruolo di caporedattore. Da sempre appassionato nel creare nuovi spazi di libera espressione, è stato l’ideatore del format Teatro di Paglia, diffuso in Italia e all’estero, che include la creazione di una struttura temporanea in balle di paglia.

Stefano Benedettelli

PROF. STEFANO BENEDETTELLI

Docente di Genetica Agraria e di Miglioramento Genetico delle Specie Vegetali, laureato in Scienze Agrarie, Corso di specializzazione in Genetica Applicata. Membro del Collegio Docenti della Scuola di Dottorato di Ricerca in “Scienze Agrarie e Ambientali” presso la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Firenze. Ha trascorso un periodo di circa due anni presso il dipartimento of Plant Scince della TA&MU University (Texas) occupandosi di sviluppare marcatori genetici per il frumento. Le principali linee di ricerca riguardano la genetica quantitativa e l’applicazione della biologia molecolare per la valutazione delle risorse genetiche vegetali ai fini della loro conservazione e valorizzazione. Altra linea di ricerca riguarda lo studio della variabilità genetica delle proteine di riserva in frumento coltivato e nelle specie selvatiche ad esso associate e come questa può essere utilizzata nel miglioramento degli aspetti qualitativi della pastificazione e panificazione. Studio del polimorfismo delle proteine di riserva (gliadine) in varietà italiane di frumento duro (Triticum durum). Valutazione della corrispondenza esistente tra la genealogia varietale e le distribuzioni ottenute dall’analisi dei geni codificanti per le proteine di riserva e dei marcatori molecolari. Inoltre è impegnato nello studio per lo sviluppo di modelli statistico-matematici per analizzare la diversità genetica di popolazioni di leguminose (Phaseolus vulgaris) e di specie foraggere (Alchemilla vulgaris). Caratterizzazione di vecchie varietà di frumento tenero in funzione della qualità del pane toscano; in collaborazione con l’ARSIA, la Comunità Montana “montagna Fiorentina” (FI) e la Provincia di Siena. Recupero e caratterizzazione di vecchie e nuove varietà di frumento tenero e duro: analisi delle caratteristiche qualitative e funzionali, in collaborazione con il Dipartimento di Area Critica Medico Chirurgica dell’Università di Firenze

Franco Berrino

DOTT. FRANCO BERRINO

Laureato in medicina nel 1969, si è specializzato in Anatomia patologica; dopo un breve periodo di pratica clinica e patologica, si è dedicato all’epidemiologia dei tumori, prima con l’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro in Africa, poi, dal 1975 al 2014, all’Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, dove ha diretto il Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva.

È autore o co-autore di oltre 400 pubblicazioni scientifiche. Ha promosso lo sviluppo dei registri tumori in Italia e coordinato i registri tumori europei per lo studio della sopravvivenza dei malati neoplastici nei differenti Paesi e delle ragioni delle differenze di sopravvivenza (Progetto EUROCARE). Ha realizzato studi con la collaborazione di decine di migliaia di persone (Progetti ORDET ed EPIC), i cui risultati gli hanno consentito di promuovere sperimentazioni per modificare lo stile di vita allo scopo di prevenire i tumori e le altre malattie degenerative frequenti nel mondo occidentale, nonché le recidive in chi si è ammalato di cancro (progetti DIANA). Attualmente è responsabile del progetto MeMeMe, una sperimentazione clinica finanziata dallo European Research Council per prevenire l’incidenza delle malattie croniche associate all’età.

Nel 2015 ha fondato con Enrica Bortolazzi l’Associazione La Grande Via per promuovere la prevenzione e la longevità in salute attraverso il cibo sano (“il cibo dell’uomo”), il movimento (l’esercizio fisico e il cambiamento delle abitudini) e la vita spirituale (la meditazione e la preghiera). Ha pubblicato i volumi divulgativi Il cibo dell’uomo (Franco Angeli, 2015), Medicina da Mangiare (Franco Angeli, 2018), con Luigi Fontana, La Grande Via (Mondadori, 2016), con Daniel Lumera e David Mariani Ventuno giorni per rinascere (Mondadori, 2018), con Daniel Lumera La via della leggerezza (Mondadori, 2019).

Stefano Biagiotti

PROF. STEFANO BIAGIOTTI

Docente e Responsabile della sede di esame di Montepulciano presso l’Università telematica Pegaso, Esperto Sezione Specializzata Agraria presso Tribunale di Siena, Presidente del C.d.A. presso Qualità e Sviluppo Rurale srl e Consigliere comunale presso Comune di Montepulciano.

gabriele_bindi

GABRIELE BINDI

Gabriele Bindi, giornalista, divulgatore ambientale, counselor e formatore, ha scritto per diverse testate giornalistiche e collaborato con diversi enti di formazione in materia di comunicazione ambientale. Dal 2008 scrive regolarmente per il mensile Terra Nuova, e fa parte del consiglio direttivo, lavora come direttore artistico e traduce libri dal tedesco. Negli ultimi anni ha approfondito lo studio delle filiere agroalimentari. È autore di Grani Antichi, Una rivoluzione dal campo alla tavola. www.terranuova.it

Lucilla Satanassi e Hubert Bosch

HUBERT BOSH
LUCILLA SATANASSI

Nel 1992 fondano Remedia, una piccola impresa nell'Appennino Tosco-Romagnolo realizzando il sogno di praticare l'erboristeria coltivando e trasformando fiori ed erbe.

Lì, oltre 300 specie di piante aromatiche, officinali, alberi e arbusti vengono curati e coltivati con i principi dell’agricoltura biologica e bioenergetica, le cui parti vengono raccolte a mano negli orari balsamici e trasformate in azienda con metodi semplici e naturali, che mantengono inalterate le proprietà della pianta.

Hubert Bosh fin da bambino osserva il nonno, il padre e altri conoscenti usare le erbe per alcuni disturbi. Inizia così a studiarle sistematicamente, cominciando a raccoglierle e consigliarle. Vivendo immerso nella natura, nei pressi di un paese austriaco, ne approfondisce lo studio e, in particolare, conduce ricerche sulle erbe, l’acqua, le forze sottili e la bioenergia. Partecipa allo sviluppo di una linea di cosmetici naturali da cui nasce l’azienda Sternhof, in Austria. Scrive, in lingua tedesca, alcuni libri che si occupano di autosufficienza e utilizzo delle erbe, oltre ai numerosi articoli per la rivista “Lichtheimat”. La vita lo porta in Italia dove si dedica allo studio dell’omeopatia e alla ricerca inerente le pratiche vibrazionali in agricoltura.

Lucilla Satanassi è da sempre votata alla passione e all'incanto per le piante, grazie anche alla famiglia e alla scelta della vita in campagna, si laurea in Scienze agrarie con una tesi sperimentale sull'utilizzo delle erbe in agricoltura.

Segue i corsi innovativi (anni '80) di agricoltura biologica e biodinamica e lavora come tecnico di agricoltura bio presso l'AIAB.

Per alcuni anni è a capo di un laboratorio di fitopreparazione e dirige le coltivazioni officinali di tutto il territorio della Comunità Montana locale.

Iscritta all'albo dei giornalisti, collabora alla rivista "Erbe".

In qualità di erborista e appassionata ricercatrice, insegna presso la scuola di Naturopatia di Riza e tiene corsi in tutta Italia come esperta di agricoltura biologica, naturopata e floriterapeuta.

Josè Rafael Buscema

JOSÈ RAFAEL BUSCEMA

Dieci anni fa si avvicina all'agricoltura sinergica e alla permacultura; da lì inizia il suo interesse nel campo e l'autoproduzione dei propri alimenti: come fare per rigenerare il suolo, autoprodursi i propri semi, e infine la relazione tra la vita microorganica del sottosuolo e la relazione intrinseca con la vita macroorganica del soprasuolo.
Partecipa al progetto Mondeggi "Bene Comune"; si prende cura di una particella di 35 alberi di ulivi e collabora con diverse realtà nella produzione di olio di oliva.
Inoltre, dopo un anno vissuto in Italia, inizia il suo percorso come scultore scalpellino della pietra, facendo prima il manovale, per poi fare rifinizione di pezzi e oggi fa pezzi su ordinazione e restauro. Appassionato del riscaldamento a legna, ha realizzato stufe in muratura con la tecnica Rocket stove mass heaters, produce una stufa portatile chiamata "stufa pirolitica" e realizza un attrezzo per la lavorazione della terra chiamato "Grellinette", una forca-vanga a doppia impugnatura. Ha ricoperto ruoli manageriali presso importanti aziende farmaceutiche fino allo sviluppo indipendente di ricerche relative alla genetica predittiva, all'analisi del microbioma intestinale e degli ormoni salivari. Ha approfondito i meccanismi della privazione del sonno e del cibo in condizioni estreme.
Max Calderan

MAX CALDERAN

Esploratore Desertico Estremo , Preparatore Atletico, Dottore in Scienze Motorie, laureato con il massimo dei voti, esperto di Microbioma Intestinale e consulente specializzato in servizi di genetica avanzata e microbioma.

Sfida in solitaria i deserti più impraticabili raggiungendo traguardi incredibili e scientificamente inspiegabili.

Atleta poliedrico, detentore di 13 record mondiali, per avere attraversato deserti inesplorati, decorato al Valore Civile, ambasciatore ONU per la salvaguardia del ghepardo asiatico, ha iniziato a praticare arrampicata e sci estremo, raggiungendo riconosciuti livelli di performance in oltre quindici discipline sportive e formando centinaia di atleti.

Ha ricoperto ruoli manageriali presso importanti aziende farmaceutiche fino allo sviluppo indipendente di ricerche relative alla genetica predittiva, all'analisi del microbioma intestinale e degli ormoni salivari. Ha approfondito i meccanismi della privazione del sonno e del cibo in condizioni estreme.

Salvatore Ceccarelli

PROF. SALVATORE CECCARELLI

È stato professore associato di Risorse Genetiche e successivamente di Miglioramento Genetico alla Facoltà di Agraria dell'Università di Perugia fino al 1987. Nel 1980 inizia a lavorare presso l'International Center for Agricultural Research in the Dry Areas (ICARDA) ad Aleppo in Siria dove è rimasto fino al 2011. Nel 1995 comincia a sperimentare il miglioramento genetico partecipativo in paesi come Siria, Giordania, Algeria, Etiopia, Eritrea, Yemen e Iran con l’obiettivo di conciliare l’aumento delle produzioni agricole, l’aumento della biodiversità e l’adattamento delle colture ai cambiamenti climatici.

Attualmente è coinvolto anche in Italia in diversi progetti di selezione in corso in Piemonte, Friuli e Venezia Giulia, Toscana, Marche, Molise, Basilicata, Puglia e Sicilia.

Durante la sua carriera, ha supervisionato quasi 25 studenti di master e dottorato, condotto corsi di formazione per ricercatori in Cina, Australia, Sud Africa, Filippine, Yemen, Giordania, Etiopia, Eritrea, India and Bhutan, e pubblicato quasi 280 lavori scientifici; è stato un relatore invitato a quasi 30 conferenze internazionali. Le sue aree di competenza sono il miglioramento genetico, l'interazione genotipo x ambiente, strategie di miglioramento genetico, la resistenza alla siccità, il miglioramento genetico partecipativo ed evolutivo, l'adattamento delle colture e l'uso delle risorse genetiche.

Vincenzo Ceccarelli

DOTT. VINCENZO CECCARELLI

Nato in un piccolo centro del Casentino, ha iniziato l'attività politica durante il periodo studentesco. Nel 1985 è stato eletto sindaco del suo comune, il più giovane della Toscana. Per dieci anni si è dedicato con intensità e con passione all'attività amministrativa, facendo una esperienza che è poi risultata fondamentale nel proseguo del suo percorso politico e istituzionale. E’ stato segretario provinciale dei Democratici di Sinistra e capogruppo in Consiglio Provinciale.  Nel 1999 è stato eletto alla presidenza della Provincia e, nel 2004, è stato rieletto alla Presidenza della Provincia, avendo così la possibilità di portare a compimento un decennio di profonde trasformazioni, che hanno inciso in modo rilevante sul ruolo dell'ente e sulla qualità e quantità dei servizi offerti ai cittadini. Nel 2010 è stato eletto in Consiglio Regionale fino alla nomina ad Assessore alle infrastrutture e alla mobilità. Ha ricoperto l'incarico di Presidente della VI Commissione "Territorio e ambiente" del Consiglio Regionale e nel 2015 è stato confermato assessore regionale.

Sabina Cesaroni

SABINA CESARONI

Comincia la sua formazione come danzatrice, insegnante e coreografa col Maestro Matt Mattox specializzandosi nell’arte della modern jazz dance. Altri maestri, altri stili contamineranno le sue esperienze artistiche. Determinante l’incontro con il teatro danza di Pina Bausch e gli studi orientali, l’approccio al teatro espressionista tedesco col Maestro Hans Zullig. L’incontro con Kazuo Ohno e l’arte del butoh nell’antica tradizione del teatro Kabuki. Gli studi classici con M.Besobrasova (scuola Vaganova), A.Ossipenko (scuola russa), A.Benelli e Rosanna Serravalle (scuola americana), S.Russoniello.

Si forma come attrice alla scuola di Grotowsky e E.Barba (Odin Teatro), F.di F.Antonio, Pieralli, Bob Wilson. Gli studi su lo Yoga, il Tai chi, le arti marziali e le danze indiane Barathanatyam al fine si confondono, e fondono oriente-occidente in un unico stile. Lavora con grandi artisti in prestigiose rassegne di danza e teatro collaborando con enti lirici e compagnie di teatro. Lavora per il Cinema e la RAI collaborando a fictions, film ed eventi musicali.

Negli ultimi anni si occupa di danza terapia e lavora anche come operatore olistico.

Chirulli Fabio Vito

DOTT. PIETRO VITO CHIRULLI

Pioniere dell’ambientalismo in Puglia, fonda nel 1987 la Serveco S.r.l., della quale è tuttora amministratore unico. La società è leader nei servizi ambientali ed ha fatto dell’innovazione la sua bandiera con l’intento di trasferire nel lavoro quotidiano gli ideali personali di un mondo più pulito e del rispetto per l’ambiente.

Nel 2003 è stato nominato Commendatore della Repubblica Italiana per la sua capacità di unire cultura e impresa.

Marina Clauser

MARINA CLAUSER

Laureata in Agraria a Firenze, è “curatrice” presso lo storico Orto Botanico dei Semplici dove si occupa delle collezioni di succulente, agrumi e piante alimentari. È autrice di I fiori di Creta, di Le piante grasse: ecologia a trattamenti e coautrice di Piante medicinali di uso popolare della tradizione toscana. Marina ha collaborato in particolare alla stesura delle schede e all’iconografia – disegni e figure – che accompagnano il testo.

Massimo Corbara

MASSIMO CORBARA

Da ecologista e attivista dei Verdi e del WWF, nel 1992 realizza in BioArchitettura una casa-laboratorio sull'Appennino Tosco Romagnolo dove inizia come seed saver di cereali antichi e distillatore di Oli Essenziali nella Azienda Agrobiologica creata. Nel 1995 costruisce il primo estrattore di Oli Essenziali in rapporto Aureo sperimentando in maniera continua nuovi modelli e nuove soluzioni Tecnico-Armoniche. Dal 2002 tiene corsi di Distillazione di Oli essenziali: in italia, per Cooperazione in Africa e per volontariato in Sud America. E’ il fondatore di BiOpificio, un laboratorio artigianale e di idee dove è possibile coniugare le Arti Alkemico-Spagyriche con le più nuove tecnologie per produrre armonia, senso, qualità e salute.

Victoria de Blassie

VICTORIA DEBLASSIE

Americana di Albuquerque, New Mexico. Da adolescente si era chiesta se e come fosse possibile riciclare le bucce della frutta consumata, in particolare dalla buccia delle arance. Ecco poi l’intuizione di utilizzarla come pelle per creare borse, cinture e accessori moda.

Con quest´idea in testa mentre proseguiva i suoi studi, nel 2009 laurea in "Fine Art" all´Università del New Mexico e nel 2011 Master in "Sculpture" al "California College", si documentavo sulle maggiori realtà industriali della pelle in tutto il mondo. Per questo, arriva nel 2012 da San Francisco nel Distretto toscano della pelle con l´obiettivo di imparare le tecniche conciarie per applicarle alle sue creazioni, tutte rigorosamente fatte con la buccia delle arance.

Giovanni Dinelli

PROF. GIOVANNI DINELLI

Professore ordinario all'Università di Bologna dal 2014, Coordinatore del corso di Dottorato in Scienze Agrarie, Direttore del Corso di Formazione in Agricoltura Biologica, svolge le sue ricerche nell'ambito dell'agronomia. Gli interessi di ricerca sono rivolti in particolare alle diverse forme di agricoltura a bassa impatto, con particolare riferimento al loro impatto ambientale e alle ripercussioni sulla salute dell’uomo. Attualmente incentra la sua ricerca sul tema dei cereali a paglia e delle leguminose. E’ Impegnato in progetti di ricerca nazionali (BIOADAPT, BIOVANT) e internazionali (FOODSTAR, DIVERSIFOOD, GREAT LIFE). E’ autore di oltre 100 pubblicazioni su riviste internazionali con fattore di impatto.

Rossano Ercolini

ROSSANO ERCOLINI

Toscano, maestro elementare, è ideatore e responsabile del progetto «Passi concreti verso Rifiuti Zero». Si occupa attivamente di gestione dei rifiuti da 34 anni, in particolare il suo impegno è andato alla divulgazione dei rischi ambientali derivanti dagli inceneritori e a promuovere lo stile di vita a spreco zero. Per queste sue battaglie ha ricevuto nel 2013 il prestigioso Goldman Environmental Prize, il Nobel alternativo per l’ambiente, è stato ospite del presidente Obama e ha conquistato fama mondiale. Attualmente è presidente del Centro di Ricerca Rifiuti Zero e dell’associazione Zero Waste Europe. Presiede anche l’associazione Diritto al Futuro, ed è tra i principali fondatori della Rete Nazionale Rifiuti Zero. Oltre a numerosi articoli sull’argomento, ha pubblicato nel 2014 Non bruciamo il futuro.

Massimo Folador

DOTT. MASSIMO FOLADOR

Massimo Folador si occupa di consulenza e formazione presso importanti realtà imprenditoriali.

Nel 2006 fonda e diventa presidente dell’Associazione Culturale “Verso il cenobio” con lo scopo di divulgare la cultura benedettina.

Dal 2009 è direttore dell’Unità di studi sull’Etica, centro di ricerca della Libera Università Carlo Cattaneo LIUC di Castellanza. Un’istituzione che, in stretto contatto con il mondo dell’impresa e l’università, si pone come obiettivo la ricerca, lo studio e, nel contempo, la capacità di divenire luogo capace di idee e progetti, innovazione e scelte. Per la stessa Università tiene docenze sui temi riguardanti la “Responsabilità Sociale d’Impresa”. Dal 2011 è socio e amministratore di Askesis Srl società di formazione.

E' autore di saggi dedicati al mondo dell’impresa e divenuti “best sellers” nell’ambito dell’editoria manageriale. Con L’organizzazione perfetta, la Regola di San Benedetto: una saggezza antica al servizio dell’impresa moderna (oltre 30.000 copie vendute dal 2006) e Il lavoro e la Regola. La spiritualità benedettina alle origini dell’organizzazione perfetta (2008), lancia un filone nella letteratura manageriale che, in poco tempo, incontra il successo di lettori, imprenditori e manager: l’analogia tra le dinamiche

Stefania Grando

DOTT.SSA STEFANIA GRANDO

Agronomo-genetista e ricercatrice. Le sue principali aree di specializzazione sono il miglioramento genetico delle piante, le strategie di miglioramento genetico per ambienti marginali, il miglioramento genetico partecipativo e l’uso di risorse genetiche. Ha lavorato in diversi Paesi e contesti. Ha sviluppato programmi di ricerca con ricercatori e agricoltori in Paesi dell’America Latina, Nord America, Europa, Africa, Asia e Oceania.

Marco Locatelli

DOTT. MARCO LOCATELLI

Direttore di Ente Terre Regionali Toscane, Ente pubblico non economico istituito
dalla Regione Toscana per la valorizzazione del patrimonio agricolo-forestale in
disponibilità della Regione.

Neorurale Hub

ING. PIETRO MANZONI
ING. LUCA PILENGA

CEO e COO di NeoruraleHub, non solo un’azienda, un nuovo paradigma economico e sociale per la sostenibilità che si traduce in un hub d’innovazione aperto a chi fa ricerca in campo agroalimentare. Nato da dall’eredità dell’Ing. Giulio Natta, l’unico Nobel per la Chimica che vanti l’Italia, e dall’intuito dell’attuale management, nei decenni il progetto si è evoluto fino a diventare il primo modello di agricoltura che produce ambiente. Sviluppa nuove soluzioni per una società sostenibile e rispettosa dell'ambiente, in cui l'azienda si unisce al paesaggio, alla produzione ambientale, alla rigenerazione della biodiversità e al risparmio delle risorse naturali.

NeoruraleHub si pone come fornitore di tecnologia innovativa nel campo della Blue Economy.

Dalle tecniche agricole agli algoritmi di apprendimento automatico applicati alla trasformazione del cibo con l'obiettivo di evitare combustibili fossili e fertilizzanti, risparmiare risorse naturali e produrre alimenti di alta qualità in modo sostenibile.

MATTEO MAZZOLA

Perito Agrario fondatore dell’azienda Agricola ISIDE un’azienda agricola a sistemi integranti dove nutraceutica e agricoltura rigenerativa sono le fondamenta. 

Ha intrapreso un intensissimo ed appassionante percorso formativo e lavorativo in quattro continenti, con maestri di fama mondiale come David Holmgren, Jairo Restrepo Rivera, Darren Doerthy, Joel Salatin, Ernst Goetsch, Jaime Elizondo Braun e tanti altri. Ha lavorato con diverse organizzazioni ed associazioni in diversi paesi del mondo coordinando progetti di sviluppo rurale, come consulente e formatore in campo agroecologico. 

Lella Miccolis

DOTT.SSA LELLA MICCOLIS

Amministratore e socia di aziende che operano a livello nazionale ed internazionale a tutela dell’ambiente, della sostenibilità in campo agricolo e dell'alimentazione di qualità con l'obiettivo di fare impresa per il territorio, tutelandone e difendendone lo sviluppo, anche attraverso gli incarichi ricoperti presso gli Enti e le Istituzioni locali, regionali e nazionali. Amministratore unico di Progeva, società che gestisce un impianto per il trattamento della frazione organica della raccolta differenziata che mira a reinserire nel ciclo vitale della natura le matrici organiche rinnovabili di tipo vegetale ed animale nel pieno rispetto dell’ambiente e delle normative che ne regolamentano la gestione.

unnamed

PROF. MARCO MICHELOZZI

È ricercatore presso l'Istituto di Genetica Vegetale (IGV), Area di Ricerca CNR di Firenze. Si laurea in Scienze Agrarie e ottiene diverse borse di studio negli Stati Uniti per eseguire studi sui terpeni come marcatori biochimici nella genetica forestale e condurre sperimenti di ecofisiologia vegetale

Partecipante e coordinatore di diversi progetti nazionali e internazionali, quali ad esempio: il progetto "OLIROTO - Olio essenziale di rosmarino toscano" contratto tra A.R.S.I.A Regione Toscana e IGV-CNR; il progetto Commissione Europea - 7 Programma KBBE FP: WATBIO Sviluppo di colture perenni non biomasse e bioprodotti perenni per ambienti con stress idrico e il progetto "Valutare gli impatti di patogeni fungini invasivi e insetti fitofagi su piante autoctone, patogeni, insetti fitofagi e simbionti" sostenuti dal Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca.

IMG-20190627-WA0008

MARCO MINCIARONI

Imprenditore eclettico, appassionato di natura e biodiversità, laureato in Filosofia, in campo agricolo segue da oltre 10 anni le aziende biologiche del “Castello di Montalera”, dando loro un impostazione ecologica e sostenibile, con elementi provenienti dall’agricoltura biodinamica e dall’agroecologia.

L'arca dei suoni originari - David Monacchi

DAVID MONACCHI

Ricercatore, compositore e sound artist, la specificità della sua ricerca nasce dalla registrazione sul campo degli ambienti sonori naturali del mondo che, attraverso la manipolazione elettroacustica, diventano documentari sonori e composizioni eco-acustiche per concerti di musica contemporanea, installazioni sonore, musei, pubblicazioni discografiche e spettacoli multimediali.

Ha vinto concorsi internazionali ed è Impegnato su vari fronti per la registrazione del paesaggio sonoro degli ecosistemi primari tropicali, con la collaborazione di Greenpeace e WWF, realizza in Amazzonia nel 2002, registrazioni in alta definizione dell’intero ciclo circadiano delle 24 ore nei tre habitat principali della foresta pluviale, con le quali compone una serie di documentari sonori e lo spettacolo Frammenti di un Mondo Sonoro in Estinzione che è a tutt’oggi in esecuzione. Nel 2005 il progetto Un Teatro Bio-Acustico - Ecologia Acustica nel Parco delle Foreste Casentinesi, diventa parte della proposta di candidatura dell’Italia all’UNESCO per il Patrimonio Immateriale dell’Umanità. Nel 2002 e 2008, come progetti pilota del progetto pluriennale Fragments of Extinction - Acoustic Biodiversity of the World’s Primary Equatorial Rainforests, realizza una serie di ‘sound portraits’ con tecnologie microfoniche sperimentali in 3D in Amazzonia e nella Dense Forest Reserve of Dzanga-Sangha in Repubblica Centrafricana.

Ha ideato spettacoli e concerti in luoghi non canonici, eseguendo unicamente musiche elettroacustiche originali e con strumenti, curandone l’esecuzione e la regia del suono presso festival internazionali, concerti ed installazioni sonore in Italia, Europa e Nord America.

Attivo in numerosi gruppi di ricerca universitaria, tiene conferenze e seminari in Europa e Stati Uniti in istituzioni quali New York University, Berkeley University, Biennale di Venezia, World Forum for Acoustic Ecology, ecc. Dal 2000 al 2010 ha insegnato presso la Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Macerata. Oggi ricopre la cattedra di Musica Elettronica presso il LEMS (Laboratorio Elettronico Musica Sperimentale) al Conservatorio Statale “G. Rossini” di Pesaro.

Marco Montagnani

MARCO MONTAGNANI

Fin da giovanissimo Marco Montagnani si dedica allo studio della filosofia orientale e della medicina tradizionale cinese. Diplomato in Medicina tradizionale Cinese ,presso la scuola Superiore di Specializzazione  della citta di Minxi  della provincia di Fujian (Cina). Diplomato in Fitoterapia Clinica presso L’Universita’ di Viterbo e iscritto alla Società Italiana Fitoterapia clinica (SIFIT). Docente di Medicina tradizionale cinese  e Filosofia Taoista presso la scuola di Agopuntura della citta’ di Firenze. Tecnico di Qigong Terapeutico e MTC  presso ASL 10 di Firenze Area nord ovest ,Centro di Riferimento Regionale Toscano in MTC il “Fior di Prugna”. Insegnate  di  Respirazione terapeutica presso L’Universita’ degli Studi di Firenze al Master in Agopuntura ,Facolta’ di Farmacologia.  Laureato in Medicina Naturale ,presso l’Universita’ -Central Pacific University U.S.A. Docente di  Tuina e Qigong presso la Federazione Italiana Scuole Tuina e Qigong  F.I.S.T.Q. Docente di Medicina cinese  e Qigong presso la Scuola di Agopuntura di Palermo. Docente di Medicina cinese  presso la Scuola di Agopuntura di Cagliari. Autore del libro “La medicina Naturale “ Casa Editrice Ambrosiana. Membro del Comitato editoriale della Rivista Italiana di Agopuntura della SIA (Societa’ Italiana Agopuntura). Collaboratore scientifico di alcune riviste di settore (-Bio Benessere- Salute & -Arti d’Oriente-Mente e cervello ecc). Relatore a molti Convegni Nazionali, ha partecipato a numerose trasmissioni televisive nazionali ed estere. E’ Membro della Commissione regionale esaminatrice e didattica della FIWUK (Federazione Italiana Wushu Kung Fu) del CONI, Presidente del Centro studi Discipline Orientali Vinci Firenze, Presidente per il settore arti marziali cinesi del Centro Sportivo Italiano C.S.I della Toscana. Nell’ottobre 2012 è stato insignito dal C.O.N.I della palma di bronzo al merito tecnico. Dal 2009 al 2013 delegato regionale toscano per il C.O.N.I (F.I.W.U.K).

CARLO NORO

E' il più grande produttore italiano di preparati biodinamici, probabilmente tra i più grandi d’Europa, con i suoi oltre 40mila corniletame prodotti. Svolge da più di 30 anni corsi di agricoltura biodinamica sia in azienda che in altre sedi in tutta Italia. Ha fondato con Michele Lorenzetti l'Associazione Culturale "Professione Biodinamica", una scuola che si prefigge di insegnare agli agricoltori professionisti, agli hobbisti ed a chiunque voglia imparare, un metodo efficace, alternativo al convenzionale, per improntare praticamente il lavoro sul terreno (e non solo).

GIUSEPPE OGLIO

Bio non disponibile.

Carlo Pasqua

DOTT. CARLO PASQUA

Si laurea in Scienze agrarie a Pisa ed oggi è titolare di Gattinera Farm realtà che ha adottato fin dalla nascita i principi dell'agricoltura biologica. Infatti, Gattinera Farm coltiva e trasforma solo piante officinali certificate da Agricoltura Biologica. La filosofia nella quale l’azienda crede è quella di trasformare solo piante coltivate direttamente. È seguendo questa via, che, operando in sistemi estremamente complessi, quali sono gli agro-ecosistemi, e con matrici vegetali dal contenuto variabile in sostanze attive ottiene controllo e standardizzazione delle caratteristiche dei prodotti finali.

Francesco Rosso

FRANCESCO ROSSO

Direttore di Macrolibrarsi, una giovane azienda a gestione famigliare che, attraverso lo sviluppo di tanti progetti, si spinge verso l’obiettivo comune di creare una nuova Terra di persone sane e consapevoli. Nel 2006, grazie alla sua intraprendenza l’azienda si converte al web, vivendo una crescita costante. Oggi l’e-commerce macrolibrarsi.it, è il numero uno in Italia nella vendita di libri e prodotti per il benessere di corpo, mente e spirito.

PROF. LEONARDO SEGHETTI

Docente di chimica agraria e trasformazione dei prodotti agroalimentari presso l'Istituto Tecnico Agrario Statale Ulpiani di Ascoli, accademico nazionale dell’olivo e dell’olio, della Cucina Italiana e di quella di Agraria di Pesaro, il prof. Leonardo Seghetti è una autorità internazionale a livello di extravergini. E’ componente del "Centro di Selezione della Vite" annesso all'ITAS "C.Ulpiani" e responsabile del laboratorio di microvinificazione dal 1993 a tutt'oggi. Tecnico della Commissione responsabile della certificazione dell'olio DOP "Colline Teatine" presso la CCIAA di Chieti. Socio fondatore dell'associazione OLEA (esperti assaggiatori). Docente in corsi per assaggiatori di olio di oliva vergine ed extravergine. Docente in corsi per assaggiatori vino AIS ed ONAV. Docente in corsi per assaggiatori di formaggio, ONAF. E’ Autore di più di 65 pubblicazioni scientifiche e divulgative riguardanti il settore viticolo-enologico ed oleario-elaiotecnico, alimentare.  Ha ottenuto la nomina di Accademico Corrispondente dell'Accademia Nazionale dell'olivo e dell'olio di Spoleto (PG). Docente presso l'Università degli Studi di Teramo e relatore in diversi convegni scientifici.

Marco Serventi

MARCO SERVENTI

Si occupa dal 1979 di agricoltura biodinamica. Nel 1990 fonda l’Associazione per l’Agricoltura BIodinamica in Toscana. Nel 1994 fonda insieme a Carlo Triarico APAB. Dal 1993 ispettore per il marchio biodinamico DEMETER di cui è stato per molti anni consigliere nazionale e vicepresidente. Ha costruito nel 1994 il primo sito internet di agricoltura biodinamica. Dal 1995 a più riprese consigliere nazionale dell’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica, carica che ricopre tutt’oggi. Attualmente è Segretario Generale dell’associazione e responsabile dell’Iter di tutoraggio di accesso al sistema di controllo Demeter.

Emanuela Tellini

EMANUELE TELLINI

È un contadino biodinamico. Si è avvicinato alla biodinamica nel 2001 e dopo numerosi studi ed esperienze pratiche sull'efficacia di tale metodo, dal 2006, segue esclusivamente gli insegnamenti di Rudolf Steiner. Si impegna in prima persona nel costruire un vero e proprio Organismo Agricolo, per sviluppare in Casentino un luogo di equilibrio tra il mondo degli insetti, il mondo degli animali, il mondo microbico, e la qualità di massa vegetale tale da arrivare a creare una vera Individualità Agricola: Fattoria Cuore Verde. Oggi Fattoria Cuore Verde è una realtà biodinamica a circuito chiuso, certificata Demeter, dove si producono principalmente piante aromatiche ed officinali, ortaggi, frutta, olio e allevamento di ovino-caprini.

Arianna Tessarin

ARIANNA TESSARIN

Architetto per il desiderio sin da bambina, di immaginare costantemente gli spazi modificati e migliorati. Laureata nel 2001 al Politecnico di Milano ha collaborato con alcuni studi Milanesi, Pavesi e Piacentini per poi aprire uno studio di Architettura a Piacenza nel 2008. Si è specializzata negli anni nel recupero dei fabbricati, con un occhio sempre più rivolto alla sostenibilità degli interventi sino a essere incuriosita di un materiale ecosostenibile per antonomasia: il Bamboo. Per studiare questa meravigliosa “erba” è volata sino in Puertorico dove ha studiato la genesi della pianta dalla piantumazione al vero e proprio utilizzo nel campo della costruzione, lavorando lei stessa il materiale. Negli ultimi tre anni ha avuto modo di studiare tutti i primi processi di lavorazione, sino alla studio di progettazione di costruzioni vere e proprie in Colombia, collaborando con architetti e costruttori, in Repubblica Domenicana e di nuovo in Puertorico.
Oggi il suo sogno è quello di poterla vedere diffusa in Italia e in Europa e poter dare il proprio contributo nella realizzazione di interventi con questa pianta meravigliosa affinché si proceda a costruire con più consapevolezza verso l’ambiente.

Triarico Carlo

DOTT. CARLO TRIARICO

Storico della scienza, autore di numerose pubblicazioni scientifiche. Dopo la laurea in Filosofia e il dottorato in Storia della scienza a Firenze, ha studiato presso università in Italia e all’estero e tenuto conferenze e collaborazioni presso istituzioni internazionali. E’ stato ricercatore presso il Museo di Storia della Scienza di Firenze e responsabile della Sezione di Filosofia della scienza dell’Osservatorio Ximeniano.

Ha svolto attività di ricerca per il Dipartimento di Biologia animale e genetica dell’Università di Firenze e insegnato Storia della Scienza per il Boston Smith College.

Dopo aver approfondito lo studio della Biodinamica a metà degli anni ’80, ha praticato tale metodo amministrando una cooperativa agricola. In seguito è stato coordinatore, per la Facoltà di Agraria di Firenze della sezione Biodinamica del Master in Agricoltura Biologica e Biodinamica (primo master universitario in bioagricoltura in Italia) e consulente ARSIA Regione Toscana per l’Agricoltura sociale.

Dal 2007 è consigliere scientifico della Fondazione Italiana per la Ricerca in Agricoltura Biologica e Biodinamica. Dal 2016 è membro permanente del Comitato ministeriale per la ricerca in agricoltura biologica e biodinamica del MIPAAF.

Ha fondato nel 1994 la scuola di formazione APAB, oggi istituto riconosciuto, di cui è direttore.

Dal 2011 riveste la carica di Presidente dell’Associazione per l’Agricoltura Biodinamica in Italia.

Dal 2015 è Vicepresidente di FEDERBIO (Federazione Italiana Agricoltura Biologica e Biodinamica) con delega alla formazione. Svolge un’intensa attività di divulgazione e insegnamento in Italia. Collabora con diverse istituzioni e per supportare gli agricoltori verso un’agricoltura ecologica. Invitato come docente o relatore in convegni scientifici presso istituzioni estere quali: Accademia delle Scienze di Praga, Museo della Storia della scienza di Oxford, Reale Accademia delle Scienze di Stoccolma, Smith College di Boston, Università di Liegi, Università di Oxford, Università di Praga.

RITA TURCHI

Funzionario della Regione Toscana che dal 1998 si occupa del recupero,
caratterizzazione, conservazione, valorizzazione e tutela delle risorse genetiche
vegetali e animali, locali, a rischio di estinzione della Toscana. Componente del
Comitato permanente per la biodiversità di interesse agricolo e alimentare della
L. 194/2015 e precedentemente del Comitato permanente per le risorse
genetiche istituito con decreto del Ministro delle politiche agricole alimentari e
forestali n. 6214 del 10 marzo 2009 in attuazione del Piano nazionale della
biodiversità di interesse agricolo.

Adelaide Valentini

ADELAIDE VALENTINI

Agronoma, laureata presso la Libera Università di Bolzano, diplomata in Permacultura e specializzata in agricoltura rigenerativa e sociale. Apicoltrice dalla nascita, oggi si occupa dell'allevamento di api regine ligustiche presso Bioapi, la prima azienda apistica biologica in Italia. Insegna Apicoltura Biologica e Naturale e Bee-friendly presso il Bee-friendly Campus e gestisce un orto sperimentale biointensivo e rigenerativo.

Lucia Vigiani

LUCIA VIGIANI

Insegnante di yoga, naturopata diplomata presso la scuola SIMO (Italia), si è formata come counselor presso la University of the Islands (USA) con specializzazione in Psicologia e Dialogo delle Voci. Si occupa attivamente di problematiche sociali e ambientali e fa parte del consiglio direttivo di Un Tempio per la Pace. Da molti anni insegna yoga secondo la Tradizione dei Maestri Himalayani e si reca periodicamente in India, all`Ashram di Rishikesh, per aggiornamenti e per approfondire la propria pratica personale.  Per molti anni ha fatto parte del Consiglio Direttivo dell’Himalayan Yoga Institute di Firenze. Dal 2006 fa parte della Commissione Didattica della Scuola di Formazione Insegnanti di Yoga e Meditazione, e del percorso di Educazione Continua Permanente.

Contatti

Inserisci il tuo nome.
Inserisci un messaggio.